“I SENSI DELLA BELLEZZA” Pavia domenica 2 aprile 2017

i-Sensi-della-Bellezza-600“I SENSI DELLA BELLEZZA”

Evento ideato e realizzato da Vinny Maio

L'evento "I Sensi della Bellezza" ideato e realizzato dall'artista artigiana Vinny Maio e Patrocinato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia, si terrà presso l'Officina delle arti Via Tasso, 49 a Pavia Domenica 2 aprile 2017 alle 11,00.

Volutamente ambientato in una cornice inusuale come un laboratorio d'arte e artigianato nasce dall'idea e la voglia di avvicinare le persone all'arte, parlando di arte e bellezza lì dove ogni giorno si progetta, si crea e si lavora con la bellezza delle arti manuali. Dunque un ambiente informale e inusuale.... anzi reale....proprio quello che la bellezza spesso richiede: equilibrio, essenza, pathos e verità.
Sarà una conversazione aperta, un'occasione di incontro, confronto e riflessione sul significato che assume la Bellezza e quale funzione sociale svolge oggi in ambiti quali l'arte, l'architettura e il paesaggio, la comunicazione, la moda e la salute.

Leggi tutto...

Maya "il linguaggio della Bellezza" a Verona dal 8/10/2016 al 05/03/2017

maya-008Maya "il linguaggio della bellezza"

Si è conclusa il 5 marzo 2017 a Verona una mostra dell'arte Maya.

Organizzata da Arthemisia Group e Kornice, realizzata dall'INAH (Instituto Nacional de Antropología e Historia), l'istituzione più importante del Ministero della Cultura del Messico e curata da Antonio Aimi e Karina Romero Blanco.

Una mostra con oltre 250 reperti di grande valore artistico e storico, abbiamo deciso di pubblicare solo la parte ceramica, perchè di questo si occupa il nostro portale.

Leggi tutto...

“Pino Deodato - Filippo La Vaccara. Scultura come il tutto”, Laveno Mombello (VA) dal 19 febbraio al 2 aprile 2017

0-locandinaPino Deodato - Filippo La Vaccara. Scultura come il tutto”, Laveno Mombello (VA) dal 19 febbraio al 2 aprile 2017

Inaugurazione mostra: domenica 19 febbraio 2017, ore 11.00

L'occasione della mostra "Pino Deodato - Filippo La Vaccara. Scultura come il tutto", ospitata dal Museo Internazionale del Design Ceramico di Laveno Mombello (Varese), è un'opportunità per scoprire gli universi immaginifici paralleli di due artisti contemporanei, di generazioni differenti, ma con una sensibilità comune.

Le vicende che da quasi mezzo secolo legano il cinquecentesco Palazzo Perabò alla ceramica risalgono all'istituzione della Civica Raccolta di Terraglia, nata con lo scopo di riunire le collezioni lavenesi che sin dalla fine dell'Ottocento, grazie alla produzione dell'Industria Ceramica Italiana che qui aveva sede, diventano tra le più importanti d'Italia.

Leggi tutto...

Ceramica Déco. Il gusto di un'epoca

5-Francesco NonniCERAMICA DÉCO. IL GUSTO DI UN'EPOCA
Uno stile internazionale raccontato attraverso la ceramica, ma anche grafiche, vetri e metalli, a partire da Francesco Nonni, Domenico Rambelli, Pietro Melandri, Riccardo Gatti e Giovanni Guerrini.

Decò come eclettico, lussuoso ed affascinante, tra gli anni Venti e Trenta del secolo scorso divenne ben presto sinonimo di vita mondana, di effimero, di borghesia moderna.

Leggi tutto...

“CUBE - COMPRESSI ” installazione collettiva itinerante

cubeKERAMOS Ass.Culturale & CIE - Ceramica in espansione presentano: “CUBE - COMPRESSI” installazione collettiva itinerante.

CUBE “compressi”

è l’Installazione collettiva itinerante di ceramica contemporanea che partirà da FAENZA per poi approdare a TORGIANO, ROMA e concludersi con una nuova tappa a TORINO.
24 artisti espongono 24 sculture in ceramica unite da un unico comune denominatore: esprimersi all’interno dello spazio di un CUBO 20x20.
Faenza 2,3, e 4 settembre - Torgiano 8,9 ottobre, Roma 7-13 novembre - Torino ottobre 2017.

Gli Artisti: Narciso Bresciani, Enrica Campi, Eraldo Chiucchiù, Elisa Confortini, Terry Davies, Mirco Denicolò, Giorgio Di Palma, Alfredo Gioventù, Silvia Granata, Sara Kirschen, Rita Miranda, Roberta Oppedisano, Sabine Pagliarulo, Fiorenza Pancino, Bianca Piva, Karin Putsch - Grassi, Attilio Quintili, Mara Ruzza, Gabriella Sacchi, Laura Scopa, Antonio Taschini, Terrapintada, Maurizio Tittarelli Rubboli, Demetriou Vassos.

Leggi tutto...

MORE CLAY LESS PLASTIC, la prima esposizione a Nove (VI) settembre 2016

settembre-noveMORE CLAY LESS PLASTIC, change in your hand

Il progetto di Lauren Moreira ha preso finalmente il via e la prima tappa delle mostre itineranti si è tenuta a Nove in provincia di Vicenza in occasione della festa della ceramica “Portoni Aperti” manifestazione che ha visto la partecipazione di molti espositori da più parti d’Europa.

La mostra è stata ospitata presso l’antico mulino Baccin Cecchetto ora Stringa, nei locali dove erano in funzione i forni a legna fino al 2002.

Leggi tutto...

MORE CLAY LESS PLASTIC

  • quadratoSaremo presenti a:
  • "Portoni Aperti" a Nove in provincia di Vicenza dal 9 al 11 settembre 2016.

CHI SIAMO

MORE CLAY LESS PLASTIC nasce nel 2014 su Facebook, in forma di gruppo aperto, con l’idea di creare un network internazionale tra ceramisti e pubblico.

IL MESSAGGIO
Il messaggio che vuole divulgare è molto semplice: più argilla e meno plastica.

INQUINAMENTO DA PLASTICA
L’inquinamento da plastica ha raggiunto livelli drammatici. Ridurre l’uso della plastica è un passo importante, urgente e necessario per la salvaguardia dell’ambiente e della qualità della vita di tutti gli esseri viventi.

L’INVOLUZIONE COME EVOLUZIONE
L’obiettivo è la sensibilizzazione alle buone pratiche di cura per l’ambiente, invitando le persone a ripensare i loro oggetti di uso quotidiano. Scolapasta, bicchieri, piatti, ciotole... un tempo prodotti con l’argilla e in seguito con la plastica, possono tornare ad essere d’argilla.

Leggi tutto...

Alessandro Gallo

02-Metro-detailAlessandro Gallo, uno scultore, un ceramista, un Artista.

Gallo credo usi la materia ceramica per le sue caratteristiche plastiche ma anche metamorfiche che si fissano con la cottura finale, infatti le sue opere sono in continua metamorfosi, da uomo ad animale o viceversa, nella mente di chi guarda a volte prevale la parte umana e a volte la parte animale dell'opera.

La capacità scultorea di Gallo è evidente nei panneggi e sopratutto nell'espressività che sa dare a tutto il corpo. Le sue tipologie umane sono ritratte in un modo così verosimile e naturale che è molto difficile staccarsi da un'opera per passare ad un'altra, l'occhio curioso cerca in tutti i dettagli qualcosa che nel mondo reale vengono solo percepiti ma che nell'opera conclusa sono indagabili per la durata del tempo necessaria.

Leggi tutto...